martedì 4 settembre 2012

Il superpensionato da 90000 euro al mese. Ecco chi è il pensionato più ricco d'Italia


mauro sentinelli
Tra le tante ignobiltà di questo paese, una delle più schifose, alla quale sarebbe possibile rimediare nel tempo necessario per approvare una legge composta da 4 righe di testo, è quella delle mega pensioni.
Sono 100.000 i "super-pensionati" e ci costano ben 13 miliardi di euro all'anno. Per garantire il cospicuo assegno a queste persone - che hanno guadagnato cifre ingentissime durante la carriera lavorativa - devono versare i contributi qualcosa come 2.200.000 lavoratori. Uno sproposito.
La pensione più ricca d'Italia è quella di Mauro Sentinelli, ex manager e ingegnere elettronico della Telecom; percepisce un assegno di 90.246 euro al mese, - circa 3008 euro al giorno - che si sommano ai gettoni di presenza che percepisce in qualità di membro del Consiglio di Amministrazione di Telecom e Presidente del Consiglio d’Amministrazione di Enertel Servizi Srl. Non male per un pensionato, no? 
Lamberto Dini
Tra i politici il pensionato più pagato è il presidente emerito Carlo Azeglio Ciampi, che cumula 30 mila euro/mese di pensione Bankitalia con 4000 euro dell`Inps ed i 19.054 euro dell`indennità da parlamentare. Lamberto Dini incassa 18 mila euro da Bankitalia, 7000 dall`Inps e 19.054 dal Senato, Giuliano Amato invece cumula 22.048 euro mese dall`Inpdap coi 9.363 che gli da il Parlamento.
L'unica soluzione di BUON SENSO e GIUSTIZIA SOCIALE, in questa italietta governata da persone che non conoscono nemmeno il significato di tali parole, sarebbe quella di INTRODURRE UN TETTO MASSIMO. Indipendentemente dall'importo dei versamenti previdenziali versati, stabiliti in base al reddito, nessuno dovrebbe percepire una pensione superiore ai 3.000 - 3.500 euro mensili netti: una misura che consentirebbe all'Inps di risparmiare almeno 8 miliardi all'anno, che dovrebbero essere impiegati per aumentare le pensioni minime, che oggi non sono sufficienti per la sopravvivenza di una persona. 
Con 8 miliardi di euro annui - pari a poco più di  666.500.000 al mese - sarebbe possibile aumentare immediatamente di 100 euro mensili ben 6.650.000 pensioni; una somma che pur non essendo sufficiente per offrire condizioni di vita decenti a chi percepisce la pensione minima, rappresenterebbe una boccata d'ossigeno, soldi che sarebbero immessi nell'economia reale, visto che anziché andare ad ingrassare i conti correnti di qualche privilegiato, verrebbero spesi per far fronte alle necessità quotidiane.

87 commenti:

  1. La migliore soluzione: Tetto massimo 3000/3500 € e TETTO MINIMO 2000 € (credo che chiunque ne abbia diritto, indipendentemente dal tipo di lavoro svolto; la pensione deve essere serenità non dannazione). Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. direi che l'idea in generale è buona, ma dovrei capire perchè uno che magari non ha mai fatto nulla nella vita dovrebbe avere 2000 euro che attualmente non li prendo io di stipendio che faccio 3 lavori..che faccio? i 2000 glieli pago io?!almeno quello che ne prende 8000 (se è un privato) gli ha già versati lui nei suoi anni di contribuzione.....ed è giusto darglieli...

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. tetto massimo per i dipendenti pubblici non per i privati...non siamo mica in dittatura comunista

      Elimina
    4. Perche magari quello non ha fatto nulla dato che te ne fai 3

      Elimina
    5. beh certo, il tetto minimo però me lo mettete anche ai VERSAMENTI dell'INPS... no? Se ora prende 90000 € al mese vuol dire che i suoi contributi REGOLARMENTE VERSATI all'INPS erano altrettanto alti, e manteneva probabilmente 50 pensionati al mese prima di iniziare a prendere la pensione a sua volta, no? E' COSI CHE FUNZIONA L'INPS!!!!

      Elimina
    6. Li avrà anche versati all'INPS, ma quello stipendio chi glielo ha dato?tutta questa gente si aumenta lo stipendio quando gli pare!!!(ma non sono nostri dipendenti?) andate voi dal vostro datore di lavoro a dirgli che da domani il vostro stipendio aumenta di 200€, vi ride in faccia e vi dà un calcio nel culo!!!!tetto massimo 3500€ e buona li

      Elimina
    7. che ragionamenti inutili ..... ma non si riesce a capire che anche questo è uno dei casi limite che ci sta portando alla rovina. perché qualsiasi crisi economica deve far danni solo ed esclusivamente sui ceti più bassi che già vivano in condizioni a dir poco disperate ???? perché continuare a pagare -in tutti i sensi- per chi ruba al governo -praticamente tutti- sulla pelle di chi -ad esempio- rinuncia a fare terapie mediche a pagamento poiché non può permetterselo provate a farvi questa romana....

      Elimina
    8. Il tetto minimo a 2.000,00 è una cazzata!

      Elimina
    9. Chi è andato in pensione col "sistema retributivo" non ha versato per interola pensione che riscuote. In parte gliela pagano tutti i contribuenti!

      Elimina
    10. smettiamo di dire cavolate. tanto per spararle! se l'ing di telecom ha versato all'erario milioni di euro in tasse è giusto che la sua pensione sia direttamente proporzionale a quanto ha versato.

      Tutt'altro discorso per quanto riguarda i politici. Loro non hanno fatto un tubo e non hanno versato un tubo e prendono 2-3 pensioni. Li si un calcio nel sedere.

      Elimina
    11. Va bene il tetto massimo, ma insieme al divieto di cumulo, soprattutto di emolumenti scandalosi. Il tetto minimo non può essere così elevato: magari ne bastano 1.000 di €.

      Elimina
    12. Con un tetto di 3000 euro si risparmierebbero circa 5-6 miliardi (vedi link per i conti). Direi un bel po' di soldi :)

      Elimina
    13. e chi le stabilisce queste cifre quindi il signor 90000 euro chissa cosa paghava di contributi quindi sappiamo quando prende ma non altro forse l'inps qualcosa sa ma vi siete chiesti x che devono percepire la pensione?somari somari e poi somari un parassita che percepisce solo di stipendio migliaia di euro al mese io devo lavorare 5 anni o forse di piu e voi parlate di pensione lui la pensione come regola non gli toccherebbe minimamente popolo somaro solo in italia il paese dei balocchi e caramelle dove ci lamentiamo sempre ma andiamo in ferie settimane bianche a caccia del nuovo cell da 700 euro centri commerciali pieni ristoranti sempre pieni gardaland sempre affolato la macchina haaa full option la tv del vicino è di 50 pollici ma noi compriamo quella da 60 che è meglio ma di che ci lamentiamo non rinunciamo a niente sempre in primo piano siamo mi dice un dibattito in tv che noi italiani siamo carichi di soldi come somariiiiiiiiiiiiiiiiiiii un operaio wadavia al chuuuuu

      Elimina
    14. cazzarola finalmente una persona che dice quello che pensa,italia popolo di ipocriti,ci fanno quello che vogliono e noi non muoviamo un muscolo.......un disoccupato wadavia al chuuuuu!!!!

      Elimina
    15. Secondo me se morissero tutti e 100.000 i privilegiati, risparmieremo tutta la somma per sempre. Bene così!

      Elimina
    16. dei 3 lavori che uno sopra citava, quanti sono in nero? Quanta gente risulta "nullafacente" perche' i datori di lavoro si arricchiscono alle loro spalle non versando i contributi? Chiediamocelo. E smettiamola di fare finta di niente. L'ing telecom sta ancora lavorando (consigli i amministrazione). Se vuole una pensione, si RITIRI. Io odio questa gente che succhia risorse al sistema e non molla di un centimetro sui propri privilegi. Questi privilegi non sono stati dati da nessuno ma sono completamente autoreferenziali.

      Elimina
    17. i maneger fanno i soldi apalate ,ele soceta dove lavorano ,falliscono ci vuole un tetto anche per questi ,ma il problema del imps sono i politici che mangiano piu di tutti ,e la politica al italiana che ci fa andare afondo ,miliarti ci costa o non lo aveyte ancora capito drel meneger non mene frega un cazzo sono quelli che dipendono dal inps ,che costano troppo allo stato ,perche in pochi (politici senatori ecc ecc )mandono in tilt l inps perche le pensioni sono esagerate ,e non le pensioni da 900 euro .

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. 3000-3500 euro x un privato che ha pagato una vita mi sembra una bella presa per il culo.
    come sempre caro spider truman cachi sempre un pò fuori dalla tazza, un pò come fa beppe grillo, avete delle buone idee di base, ma chi non le ha? eppoi sparate numeri alla cazzo di cane.
    Un politico di qualsiasi ordine (comunale, senato, prov , regione ecc) non dovrebbe prendere più di 3000 euro al mese cumulative, quindi in totale con altre pensioni, un privato x quanto mi riguarda e x quanto una persona sana di mente dovrebbe dire è libero di non avere nessun tetto massimo alla sua pensione in quanto ha ampiamente pagato nella sua vita lavorativa i contributi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'imprenditore medio italiano se non evade viene ritenuto un coglione per cui non sapremo mai quanto avrebbero dovuto versare e quanto hanno fatto sparire (società off shore etc)

      Elimina
    2. Coglione il privato di cui parli non ha pagato i contributi perché è andato in pensione con il sistema retributivo e non contributivo.... ma ci fai o ci sei secondo me sei un pensionato che campa su noi giovani che ti paghiamo la pensione

      Elimina
  4. 90.000 al mese di pensione . . . . . .io per 200.000 di mutuo ho fatto rate x 25 anni . . . . . . forse è il caso di entrare in politica !?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E perchè se no ci sarebbero 215 liste elettorali ????

      Elimina
    2. Perchè credi che uno che ha lavorato in Telecom sia un politico! Che ignoranza ragazzi..

      Elimina
  5. il ragionamento serio sarebbe quello di dare la pensione a chi l' ha pagata con il frutto del suo lavoro....mah! e dico mah i lor signori politici nostrani non hanno prodotto un bel niente non creato plusvalore come si usa nelle aziende dove si quantifica cosa vali o cosa stai portando di benefici all' azienda dove lavorano dagli operai agli impiegati perciò ricchezza per tutti......questi nostri politici per 40 anni cosa hanno prodotto per il paese, hanno prodotto ciò che ci penalizza di più in questa economia globale....cioè il debito pubblico e non venissero a dire che abbiamo partecipato tutti al banchetto perchè se così fosse saremmo tutti ricchi. Conclusione, possiamo verificare la loro produttività pari allo zero anzi con segno negativo e dovremmo dargli la pensione a questi buffoni se dovessero morire di fame non mi scenderebbe neanche una lacrima perchè loro non credo che abbiano pianto per i suicidi degli artigiani falliti o operai sul lastrico e se è vero che ridimensionando le loro pensioni potremmo far stare bene 6.500.000 persone che si faccia ....del resto in guerra si dice meglio 100.000 che 6.500.000 il sacrificio è ampiamente ripagato

    RispondiElimina
  6. con tutti i soldi che hanno accumulato durante la vita lavorativa sicuramente, potrebbero fare a meno anche della pensione, o no ????

    RispondiElimina
  7. 100000 super pensionati... Fonte?

    RispondiElimina
  8. gli vengano restituiti i versamenti inps.... e poi calcoliamo ....

    RispondiElimina
  9. deve venire in italia la troica che agesso si trova in grecia. entro 6 mese tutto vera al posto giusto.il presidente della corte surpema pehsinato da 6 mesi assume 4000 euro al mese.la troica dice che sono moltissimi qyesti soldi per la crisi che vive lo stato.lo porterano a 3500 euro.

    RispondiElimina
  10. Secondo me il tetto massimo deve essere una cosa variabile nel tempo che ti permette di vivere decentemente. Ad oggi io metterei 2000€, se questa gente è stata cosi' fessa da guadagnare paccate di soldi e non mettersi da parte niente è un loro problema. Noi in famiglia siamo in 3 e con 2000€ ad oggi si vive decentemente, una persona sola vive ancora meglio con quella cifra.

    RispondiElimina
  11. Per quanto puoi aver versato in anni di onorato servizio... che comunque corrispondono ad anni di stipendi da FAVOLA...siamo comunque nell'inutile mondo colmo di bambagia,
    Nell’apocalisse del superfluo... ha senso che uno che ha guadagnato decine e decine di MILIONI di euro forse addirittura centinaia di MILIONI (mica tieni il denaro fermo a marcire, lo investi no?)
    In una quarantina di anni di lavoro, abbia pure un sostentamento a "fine" vita lavorativa di un milione di euro! l’anno, se poi ci mettiamo che percepisce la pensione e inoltre ha altri introiti.
    E a leggere le posizioni occupate, presumo, centinaia di migliaia di euro l’anno, arriviamo semplicemente a capire che il meccanismo che permette questo...è palesemente FUORI DAL NOSTRO TEMPO da anni e dai tempi che verranno, non è semplicemente più applicabile, non è solo economicamente insostenibile ma REALMENTE INUTILE superfluo perverso e "avido".
    Ci si dimentica che si invecchia!, che il mutuo per la "casetta" oramai lo avrà terminato, che qualche "sfizietto" se lo sarà pur tolto, che ha un patrimonio accumulato da risanare una regione!
    Che per quanto puoi voler vivere con la servitù in casa, lo può fare con ciò che il denaro già guadagnato rende solamente in termini d’interessi...
    Quello che dico è che non si può per sempre accumulare e accumulare e per forza "togliere" agli altri che sia scorretto dirlo ma è così in un certo senso...
    Per cosa poi per mettere in tasca denaro che non si usa, perché tanto, si MUORE anche con i forzieri pieni di denaro! che potevano servire davvero a tantissimi altri.
    Quest’uomo, PRESO SOLO COME ESEMPIO, se meritevole di tanta pensione, forse sarebbe meritevole di un riconoscimento pubblico, farlo cavaliere del lavoro (se non lo è già) forse lo gratificherebbe più di avere alla sua età 90 mila euro al mese.
    Credo che un ALTA forma di riconoscimento PUBBLICO a tali e tanti risutati raggiunti, con tanto di evento mediatico farebbe più felice e orgoglioso chi "sarebbe" dovuto andare in pensione con 90.000 al mese (con leggi in vigore) ma per Tetto stabilito (una mia speranza per il futuro) ci andrà con 10.000 PERCHE QUANDO HAI SOLO TANTO DENARO VUOI LA STIMA DI TUTTI E UN RICONOSCIMENTO PUBBLICO DA PARTE DELLO STATO ITALIANO VALE PIU DI "4 SOLDI"

    RispondiElimina
  12. ma il tetto massimo per i lavoratori,non esiste???dopo 42 anni di contributi,andranno a prendere una pensione da fame,e poi non è giusto che un dirigente pubblico percepisca una pensione di 90.000 euro al mese...ma chi cazz. è??simili compensi si percepiscono solo in ITALIA,bravi sti stronzi di politici

    RispondiElimina
  13. Io sono autonomo da 4 anni, ho fatto prestiti, mi prendono tonnellate di contributi INDIPENDENTEMENTE DAL GUADAGNO, lavoro 11 ore al giorno anche al sabato, qualche volta la domenica. Faccio girare 10.000 € al mese tra fornitori, collaboratori, commercialista, affitto, presto avrò qualche dipendente, e spero di farne girare 50.000 al mese! tutto 'sto ambaradan lo faccio perchè tra qualche anno vorrò guadagnare tanto, e verserò i contributi perchè vorrò una buona pensione, per poter giocare a golf nei circoli più belli, avere una bella macchina, diventare il dirigente della squadra di calcio della mia città, avere una casa per me e per i miei figli, ok? E SE VERSO I CONTRIBUTI che mantengono ORA dei pensionati e dei dipendenti che vanno in malattia, quando sarà il mio momento VOGLIO CHE MI SIA CORRISPOSTO IL GIUSTO RISPETTO A QUELLO CHE HO DATO!!!! E' CHIARO IL DISCORSO??? Mettere un tetto servirebbe solo a istigare l'evasione. Se devo dare soldi all'INPS senza motivo tanto vale prendere residenza in svizzera!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. ma te fai girare l'economia ed è giusto che prendi piu soldi.. il tetto massimo di pensione lo farei solo per i politici, che oltre a non far girare l'economia sono sanguisughe dello stato stesso e dei contribuenti...ciao

      Elimina
    3. hai perfettamente ragione,se non fosse che lo stato dovrebbe garantire diritti e tutele (anche pensionistiche) a tutti i suoi cittadini.Al di là di quanto hanno guadagnato nella loro vita,tutti devono avere un minimo per sopravvivere.Per questo sarebbe giusto un tetto contributivo massimo in modo da non arrivare a pensioni gigantesche.Se si vuole avere una pensione alta e fatta su misura,esistono le pensioni integrative PRIVATE,le polizze vita e tanti altri simpatici prodotti su cui investire per garantirsi una rendita adeguata al proprio stile di vita.Lo stato deve fare altro,deve garantire un tot a TUTTI.Chi ha prodotto di più,prenderà di più,ma devono esserci dei limiti.Per le pensioni PRIVATE invece...no limits

      Elimina
    4. serve semplicemente un tetto minimo per chi i soldi per le tasse semplicemente NON CE LI HA. se poi i soldi per strapagare i politici non ci stanno, intanto nessuno deve rubare per dar da mangiare ai figli

      Elimina
  14. beh forse proprio perche i politici se li danno da soli gli stipendi (e dunque gli accantonamenti per le pensioni) sempre con soldi pubblici senza un controllo alcuno... secondo me chi ha versato poco vuol dire che ha evaso ed è giusto che abbia una pensione bassa... mentre quelle alte (soprattutto pubbliche) si che vanno regolate con un tetto anche perche allungano sempre l'eta pensionabile mentre molti attuali le percepiscono dai 50anni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. FASE A: a chi percepisce pensioni o altro (vitalizi) si garantisca per tre anni un base di 3500 Euro netti il resto sia in BOT a tre anni.
      Risultato: il debito rientra all'interno. E chi può vantare di aver versato contributi (riserva matematica meno pensioni o vitalizi percetti) con diritto a un di più faccia causa al giudice di lavoro con tabulati e buste paga alla mano.
      L'ho proposto a un ex Ministro: sono stato aspramente censurato....

      Elimina
    2. cari amici...
      credo che i più non sanno neanche di cosa parlano..
      per farla breve...il tizio, caio o sempronio, che percepisce una pensione stratosferica sicuramente non avrà versato,per quanto alti possano essere stati, contributi tali da giustificare una simile pensione..
      Questo perchè nel vecchio ordinamento la corresponsione dell' assegno pensionistico si basava sul sistema retributivo cioè la pensione veniva calcolata in base agli ultimi stipendi percepiti, indipendentemente dai contributi versati durante la carriera...
      Con tale sistema era consuetudine, dei signori in questione, con la complicità di "amici e parenti", avere promozioni superlative con stipendi superlativi in prossimità della pensione...il gioco era fatto..
      Bisognerebbe rivedere tutte le pensioni che superano un certo tetto e commisurarle, con parametri di equità,agli importi contributivi effettivamente versati..nè più nè meno di come percepiscono oggi, o meglio percepiranno, i pensionati trombati dalla riforma Fornero.....

      Elimina
    3. Ormai ti trovi ad elencare e aggiungi anche
      una decina di escort di lusso, o non le voi?

      Elimina
  15. Ma se ha pagato contributi per avere quel tipo di pensione non vedo dove sia l'ingiustizia sociale in questo caso . Se aveva unos tipendio di milioni e versava per quel tipo di cifra che problema è ? L'ingiustizia sociale è per chi lavora tutta una vita da autonomo o libero porfessionista o solo 20 anni e la pensione non la prende .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il punto è che con il sistema pensionistico vigente fino a tutto il 1995 (chiamato retributivo), la pensione era commisurata all'ultimo stipendio percepito, non ai contributi effettivamente versati. Nessuno sino ad ora in Italia ha mai percepito una pensione realmente commisurata ai contributi versati. Anche considerando la rivalutazione monetaria dei contributi (gli interessi), se fai due calcoli ti accorgi che nessuno ha versato a sufficienza. A meno che non muoia dopo pochi anni di pensione (7/8 anni). Per questo anno allungato l'età per andare in pensione (65), indipendentemente dal numero di anni lavorati...
      Solo i lavoratori assunti dal 1 gennaio 1996, che andranno in pensione non prima del 2036, percepiranno una pensione commisurata ai contributi versati (sistema contributivo).
      Se pensiamo che una categoria di lavoratori per un certo periodo in Italia ha potuto andare in pensione con 19 anni, 6 mesi ed 1 giorno di lavoro sulle spalle, fatti due conti ci accorgiamo che di questi qualcuno potrebbe essere andato in pensione a 32 anni di età anagrafica. Supponiamo che viva fino a 82 anni, significa che percepirà 50 anni di pensione. Dubito che sia riuscito a pagarsi 50 anni di pensione commisurata all'ultimo stipendio percepito, con 19 anni di contributi.
      Nessuno in Italia, almeno fino al 2036, percepirà una pensione commisurata ai reali contributi versati, seppur rivalutati secondo il tasso di interesse.
      Il sistema retributivo ha permesso delle situazioni allucinanti, come quella di promuovere di categoria il lavoratore poco prima della pensione, permettendo, ad esempio, a chi aveva versato la stragrande maggioranza dei contributi sulla base dello stipendio da categoria quadro di ricevere una pensione da categoria dirigente, versando solo gli ultimi anni contributi da dirigente. Non è una situazione generalizzata, ma nel passato accadeva.

      Elimina
  16. Angelo, l'ingiustizia sociale te la spiego io: prima di tutto si parla di chi ha lavorato per lo stato, i privati se hanno versato molto è giusto che prendano molto, mai giganteschi versamenti che ha fatto lo stato all'INPS per garantire una pensione galattica ai suoi boiardi, tutte nomine politiche, sono proporzionali allo stipendio netto che percepivano, stipendi falsi, abnormi, gonfiati a dismisura per rubare i soldi pubblici in maniera legale. E come era rubato lo stipendio sono rubati pure i contributi versati. Perché lo sanno tutti che quegli stipendi la casta politica se li è determinati da sola, per se e per i loro amici piazzati nei posti di potere delle società pubbliche, e aumentando il debito pubblico. Per prendere 90.000 euro di pensione al mese quanto era lo stipendio secondo voi? E vi sembra normale che un dipendente pubblico, per quanto dirigente, o un politico prenda cifre del genere, superiori a 3 o 4 volte quella percepita dal presidente degli Stati Uniti? Siamo seri, ci hanno derubato e continuano a farlo, il tutto legalmente.

    RispondiElimina
  17. E allora modifichiamo il sistema retributivo in contributivo. Però rendendolo retroattivo, e si ricalcolano tutte le pensioni. non solo quelle dal 95 in poi.

    RispondiElimina
  18. Il problema non son tanto le pensioni, quanto gli stipendi iniziali (parlando di dipendenti publici ovviamente) che sono gonfiati in modo assurdo. Per i privati il problema non sussiste, il limite lo decide il mercato, e se uno ha pagato tanti contributi all'INPS e' giusto che prenda una pensione alta...

    RispondiElimina
  19. Guarda che non ha pagato lui i contributi , ha pagato come sempre "pantalone" e cioè sempre la collettività !! Capito il meccanismo?

    RispondiElimina
  20. Il problema non è solo un tetto alla pensione, ma anche al reddito da lavoro. Perché Valletta ai tempi prendeva uno stipendio 20 volte quello di un operaio Fiat, mentre oggi Marchionne ne prende uno 400 volte? Così è diventato in Italia, ma nei paesi scandinavi la differenza è molto più ridotta, senza che siano marxisti: si tratta di giustizia sociale. Per forza che poi ci sono pensioni da 90000€. E comunque fino a pochi anni fa vigeva il sistema retributivo, per cui non è affatto detto che chi prende tanto di pensione, abbia versato tutti quei contributi.

    RispondiElimina
  21. una persona ha il diritto di percepire in base al versato . . . . . . ma siamo sicuri che abbiano versato così tanto da meritare quel che percepiscono ??
    io qualche dubbio ce l'ho.

    RispondiElimina
  22. ricordate tutti che in italia chi fa le leggi, si gestisce anche lo stipendio... il problema è quello.
    la mia domanda è: non vi aumenteresta anche voi lo stipendio se aveste la possibilità di farlo?
    non li voglio giustificare assolutamente, io sono uno che a conti fatti (sperando di lavorare fino ad allora) andrà in pensione a 80 anni....
    il vero problema sono le leggi che regolano queste pensioni.
    non è da cambiare il manager, è da cambiare la legge che regola l'emissione del suo assegno mensile.

    RispondiElimina
  23. Il presidente dell'INPS, Mastropasqua prende all'anno un milione e settentomila euro.Quasi quattro miliardi di una volta e su questa pagina c'è l'inserzione dei prestiti INPS ai poveri derelitti come me , una grande presa per il cu..
    Lo stato fa schifo. Come mai il presidente Napolitano non si indigna ????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai, se nessuno è più uomo di Casta di Napolitano.Vi ricordate quando era Eurodeputato e trattò a male parole (addirittura minacciò) un giornalista tedesco che gli chiedeva se gli sembrava giusto farsi rimborsare i biglietti aerei alla tariffa di prima classe quando usava Easyjet?Ma per favore.......

      Elimina
  24. Quante chiacchiere, io lo sto dicendo da un pezzo basta parlare facciamo i fatti tanto per cominciare si fa una marcia pacifica sul quirinale per restituire al presidente della repubblica i nostri documenti, visto che non vogliamo più essere italiani pecooni vessati e sbeffeggiati da questa casta di mariuoli.......... o è troppo faticose e rischioso per voi???

    RispondiElimina
  25. Sì, il manager di Telecom ha versato mensilmente l'ira di Dio per poi ritrovarsi 3.000 € di pensione...
    Ma che dite?!?! Credo sia la manovra politica più antidemocratica e ingiusta che si possa pensare!
    Per il mondo della politica è un'altra storia: altrochè 3.000, al massimo 1.000 e dicono grazie, contando tutti i soldi che comunque si mettono da parte durante la loro "dura carriera" parlamentare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No caro, il furbone della Telecom non ha versato un beneamato cacchio, il sistema retributivo semplicemente lo ha mandato in pensione con quello che guadagnava, indipendentemente dai contributi versati da lui o dalle società.Che gli venga un accidente

      Elimina
    2. http://www.telecomitalia.com/dam/telecomitalia/documents/Governance/it/biografie/cv_mauro_sentinelli_ita.html

      QUesto è uno che ha fatto una gran carriera con meriti accademici e professionali in Italia e all'estero. Dovremmo avere molte più persone così e si merita ogni centesimo.

      Elimina
  26. avranno anche versato tanto all'inps ma se nel frattempo permettevano l'aumento del debito pubblico significa che quello che hanno versato comunque non bastava quindi non meritano pensioni astronomiche, spero tu sappia che è da molto tempo che le pensioni non si pagano con i soldi versati ma con quelli che si versano attualmente se volevano alte pensioni dovevano bloccare la cosa quando hanno deciso di spendere i soldi versati per altre cose colpa loro non dei lavoratori di oggi

    RispondiElimina
  27. La Spagna ha molti problemi, ma la sua giustizia sociale è degna di questo nome.Quello che succede in Italia a questi Paperon de`Paperoni a spese della colletività e della povera gente è indegno.Tornando a bomba, in Spagna la pensione MASSIMA della Seguridad Social - equivalente al nostro INPS - è di 2.550 € al mese lordi.Ah, non sono permessi cumuli, si deve scegliere.A parte, naturalmente, i piani pensione privati che godono anche di un trattamento fiscale abbastanza generoso.Senza altri commenti

    RispondiElimina
  28. Nella vita lavorativa ognuno ha il diritto di guadagnare in relazione alle sue capacità ed ai risultati che ottiene.
    Una volta in pensione bisogna garantire assistenza sanitaria a 360 gradi, assistenza alla persona, con ticket crescente in relazione all'ammontare della pensione ed un tetto massimo di pensione non superiore agli attuali 5.000 euro mensili con aggancio al valore medio di tutte le retribuzioni.
    Il valore minimo delle pensioni, con i presupposti di cui sopra per sanità ed assistenza alla persona, possono essere di 500 euro mensili, con aggancio ala valore medio delle retribuzioni. Oltre al valore minimo va riconosciuto un aumento per gli anni di contributi versati compreso tra i 30 ed i 100 euro anno o frazione superiore a 26 settimane, anch'esso agganciato al valore medio delle retribuzioni, in funzione del valore dei contributi versati raffrontati alla media generale dei contributi.
    E' una formula molto semplice e lineare che garantisce a tutti un livello di vita da pensionato coerente con l'attività svolta nel corso della vita, sia essa lavorativa che non.

    RispondiElimina
  29. E poi ci lamentiamo perchè come tante altre cose l'italia va a rotoli....iniziamo a mettere un tetto alle pensioni hai chi è già privilegiato......Più soldi sul mercato + lavoro=((((VIVERE E FAR GIRARE L'ECONOMIA PER TUTTI ))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://www.telecomitalia.com/dam/telecomitalia/documents/Governance/it/biografie/cv_mauro_sentinelli_ita.html

      QUesto è uno che ha fatto una gran carriera con meriti accademici e professionali in Italia e all'estero. Dovremmo avere molte più persone così e si merita ogni centesimo.

      Elimina
  30. Meglio dare 500 euro al mese di reddito di cittadinanza, proposto dal M5s, a 182 cittadini che li immettono nel "mercato ordinario" distribuendo lavoro agli altri cittadini.. quindi con un ritorno di fisco nelle tasche dello Stato e non 91.000 euro di pensione al mese a “fondo perduto” ad un solo individuo.. al sig. Mauro Sentinelli, che non sa dove spenderli e se li mette sotto il mattone

    RispondiElimina
  31. Non voglio addentrarmi nelle cifre, ma credo che un tetto massimo di 5000 euro e un tetto minimo di 1000 sarebbe auspicabile

    RispondiElimina
  32. soldi percepiti oggi grazie a regole palesemente inique, si riporti il livello di queste pensioni a valori etici gradualmente... un piano di 5 anni con cui decurtare di anno la stessa cifra e abbattere questi inutili costi, per ora magari, solo per rientrare del debito pubblico e quindi per evitare la famosa imu o finanziare le casse integrazioni, credo che per il momento servano di più delle pensioni minine, anche perché i cassaintegrati sono a carico dei pensionati se non percepiscono denaro...

    RispondiElimina
  33. ci vorrei arrivare pure io alle pensioni d'oro....... ma mi sa questi non mi fanno arrivare nemmeno a quelle normale ....... che mi aspetta fra 20 anni come dipendente livello 4A portiere .......

    RispondiElimina
  34. Altro che pensioni d'oro: in Germania sono appena 18 le persone che dopo 45 anni di contributi percepiscono una pensione lorda superiore a 2.800 euro. A mettere il dito nella piaga delle pensioni estremamente basse dei tedeschi è la Bild, che pubblica, in un articolo dal titolo "La verità sulle nost...
    http://www.huffingtonpost.it/2013/06/13/germania-pensioni-basse_n_3436832.html?1371148319&utm_hp_ref=italy

    RispondiElimina
  35. Si deve stabilire un tetto alle pensioni pubbliche gia' che ci sono idividui come quelli elencati nell'articolo che ne prendono 3 di pensioni una cosa assurda e tutta italiana.Se la somma delle 3 pensioni e' inferiore al tetto massimo le incassera' nella loro totalita' altrimenti lascia il resto.Il presidente degli Usa non prende 30.000 euro al mese, non capisco perche' i nostri dirigenti e politici in pensione ne debbano assurdamente prendere 90.000 o 30.000.Nessuno ,sencondo la mio opinione dovrebbe guadagnare queste cifre sono da vergogna specialmente nel nostro paese dove la poverta' avanza e avanza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. n Italia si dovrebbe applicare la legge Australiana
      guando una persona finisce il suo percorso del lavoro, ed ha una posizione benestante non prende la pensione, guando finira i soldi lo stato gli da
      $ 1000 dollari ogni 15 giorni.puo essere qualunque tipo di lavoratore inclusi i ministri qualunque lavoratore percepisce la stessa pensione, quando una persona resta disoccupato lo stato offre 1000 dollari ogni 15 giorni fino a quando non trova un lavoro, lo stesso quando e in malattia ho in infortunio, non esiston pensioni d'oro tutti prendono lo stesso.

      Elimina
  36. 13 miliardi l'anno per 100.000 pensioni d'oro? trovati i soldi per non aumentare l'iva e per aumentare le pensioni minime

    RispondiElimina
  37. la pensione è la più grande stronzata italiana... troppa gente ce l'ha quando non se la meriterebbe

    chi ha guadagnato milioni e ha versato per milioni è giusto che venga premiato

    ma tutti gli assegni di sussistenza, o le minime a chi non ha mai lavorato???

    si dovrebbe fare come in america: tutto lo stipendio è tuo, vuoi farti una pensione? fattela! vuoi usare tutti i soldi e non pensare a quando sarai vecchio? problema tuo!

    ognuno si gestirà i suoi soldi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  38. Non so credo che con un po' di buon senso e dialogo si possa trovare la soluzione è chiaro che chi ha versato molto in base al suo reddito debba beneficiarne ma a volte non è così e si specula sempre su chi non può difendersi , certamente chi ne percepisce 2 o 3 si tiene la più alta e molla il resto questo potrebbe essere il primo passo.

    RispondiElimina
  39. si e perchè non fare 2 inps differenti uno quello attuale operai pensionati invalidi e altro il secondo solo x questi parassiti di politici sarei curioso cosa succederebbe non è una buona idea noo le ideee buone non vanno beneeeee non è cosi

    RispondiElimina
  40. Beh..molto semplicistico dire che quelli della pensione sono soldi propri, quando spesso ci si è aumentato lo stipendio da soli (o quasi)a anche a dismisura, inoltre spesso le cifre sono assurde rispetto alla qualità del lavoro svolto(vedasi manager superpagati anche se assolutamente fallimentari)..siamo ancora un paese troppo poco serio.

    RispondiElimina
  41. La pensione serve per trascorrere la vecchiaia serenamente,non per continuare ad arricchirsi.La maggior parte di coloro che prendono le pensioni d'oro ,o sono ex politici o amici di costoro dai quali sono stati messi nei posti di comando,tanto le leggi le facevano loro e così anche gli importi delle stesse,senza metodi di paragone con quelli di chi lavora. L'unica soluzione per porre rimedio a tutto ciò è una rivoluzione alla francese con la ghigliottina,se aspettiamo che il cambiamento lo facciano i politici ce lo possiamo scordare perché non si daranno mai la zappa sui piedi.Noi abbiamo voglia a sfogarci con i nostri commenti,non otterremo mai giustizia.

    RispondiElimina
  42. Concordo per il pubblico ma lo trovo sbagliato per il privato. Se un individuo ha percepito un reddito alto lavorando onestamente e pagando inps e quant'altro, onestamente, trovo giusto che la sua pensione rispecchi ciò e gli consenta di mantenere lo stile di vita che con lavoro ed intelligenza ha guadagnato. Altrimenti introduciamo il pensionamento privato e chi vuole pagare l'inps lo fa mentre chi vuole pagare un' azienda privata può farlo. I privati soprammenzionati con l'inps che pagavano mantenevano da soli diversi pensionati privandosi di parte dello stipendio, sarebbe ingiusto ora dirgli che la ragionevole aspettativa che si erano fatti sul tenore della loro terza età non è più valida, probabilmente quei soldi li avrebbero risparmiati e investiti diversamente. Essere ricchi non è una colpa, arraffare senza meriti si.

    RispondiElimina
  43. chi gliele paga le "pensioni" (le estorsioni) e con quali sacrifici? IL LATROCINIO LEGALIZZATO!

    RispondiElimina
  44. Occorre al più presto porre un tetto massimo alle pensioni a tutti. Con quegli 8 miliardi che dici tu si potrebbero fare un sacco di cose. I soldi come possiamo vedere si possono trovare, ma spesso il palazzo preferisce fare finta di nulla

    RispondiElimina
  45. Secondo alcuni è giusto che chi ha versato tanto prenda il corrispettivo di pensione. Ma faciamo l'esempio del politico o del giornalista o dei giudici o altri nella pubblica amministrazione, Chi li ha versati i soldini all'inps ? Risposta : sempre pantalone e cioè tutti noi . Ergo, tutto da rifare!

    RispondiElimina
  46. in Italia si dovrebbe applicare la legge Australiana
    guando una persona finisce il suo percorso del lavoro, ed ha una posizione benestante non prende la pensione, guando finira i soldi lo stato gli da
    $ 1000 dollari ogni 15 giorni.puo essere qualunque tipo di lavoratore inclusi i ministri qualunque lavoratore percepisce la stessa pensione, quando una persona resta disoccupato lo stato offre 1000 dollari ogni 15 giorni fino a quando non trova un lavoro, lo stesso quando e in malattia ho in infortunio, non esiston pensioni d'oro tutti prendono lo stesso.

    RispondiElimina
  47. PAGATO DA NOI!!! SCHIAVI I CUI REDDITI SONO DIMINUITI PER PAGARE QUESTI ASSASSINI!!!

    RispondiElimina
  48. Vorrei ricordare a tutti che in un sistema pensionistico retributivo, come quello dei signori citati, la pensione non corrisponde affatto ai contributi versati ma solo alle ultime buste paga!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo Paolo non se ne poteva più..mi veniva l'ansia a leggere tutte quelle banalità..il sistema pensionistico con cui sono andati in pensione i signori sopracitati e anche tutti gli altri (i nostri nonni, genitori, zii..) era un sistema di tipo retributivo, che teneva conto degli ultimi 5 anni di retribuzione media e ai quali la pensione doveva parificarsi per mantenere eguale tenore di vita..solo una minima parte risultava essere contributiva e corrispondere quindi effettivamente ai contributi versati.. poi si è passati a un sistema misto che ha abbassato notevolmente gli emolumenti pensionistici per arrivare fino ad oggi, ad un contributivo puro che penalizza di fatto i nuovi e futuri pensionati..la riforma non dovrebbe quindi guardare alle nuove generazioni di pensionati, ma bensì a chi quella pensione già ce l'ha e magari calcolata col metodo esclusivamente retributivo al quale necessariamente bisognerebbe porre un tetto massimo, cosa assolutamente odiosa invece per la parte di pensione creata col sistema contributivo, ciò che verso mi deve tornare in pensione..spalmando la riforma su tutti e non solo sui futuri pensionati che non percependo nell'immediato il furto subito non hanno protestato più di tanto, si sono di fatto limitati i danni di piazza, ma allo stesso tempo si sono poste le basi per creare una futura generazione di anziani poveri...

      Elimina
  49. quello che aveva salvato il governo d'alema del 98 non ve lo ricordate? I conti tornano, e anche gli arciduchi! http://www.youtube.com/watch?v=5Q84oP5JilU

    RispondiElimina